[FANFIC] Spettro della Morte - Capitolo 8 - 17/11/2014

Le fiction ed i racconti della community!

[FANFIC] Spettro della Morte - Capitolo 8 - 17/11/2014

Messaggioda DasHerrHeinrich » 21/08/2014, 22:05

Eccomi che ritorno all'assalto con un nuovo racconto, anche questo "breve" (una decina di pezzi più o meno), ma che spero vi possa piacere.

Un saluto dal Brony Oscuro e Buona Lettura!

:evildiscord:

Capitolo I: Il terrificante incubo ed un'indole coraggiosa

L'Everfree Forest è un luogo buio, freddo ed innaturale, il clima e tutte le cose viventi al suo interno si gestiscono da sole, senza alcun intervento esterno. Sono pochi i pony che vi entrano a cuor leggero.

Eppure una notte, vi fu una pony che solitaria si aggirava tra le fronde e e piante, circondata dai mille rumori di una foresta tanto antica quanto selvaggia, avanzava colma di paura ma spinta innanzi dal suo istinto. C'era qualcosa che necessitava del suo aiuto, lì in quella foresta, se lo sentiva nelle ossa, quindi raccolto tutto il suo coraggio s'addentrò nella selva.

La pegaso avanzava tremante, terrorizzata dai continui suoni che la circondavano, eppure il suo amore per gli animali di tutte le specie la spingeva ad inoltrarsi sempre di più in profondità, inoltre aveva da poco lasciato Cloudsdale, trasferendosi a Ponyville, e non era stata propriamente avvertita delle pericolosità di quel luogo.

D'un tratto si ritrovò in una radura che le presentò un orribile spettacolo. Tutt' intorno a lei giacevano, come bambole rotte, i corpi straziati di numerosi coniglietti, il sangue era sparso un pò ovunque, sull'erba, sui corpi, sugli alberi, la pegaso si raggomitolò su sè stessa, in preda al terrore. Mai, neppure nel suo peggiore incubo, avrebbe immaginato di vedere una scena simile, cadde in un vortice di sangue e terrore, rimanendo lì tra l'erba, paralizzata dalla paura.

Improvvisamente però un suono attirò la sua attenzione, un respiro, lento e dolorante.

Cautamente aprì un occhio e vide un coniglio più grande degli altri, avanzare faticosamente verso i corpi, toccandoli, scuotendoli, cercando di svegliarli. Guardando con più attenzione, la pegaso, capì che quel coniglio doveva essere uno dei genitori e quei corpi lì intorno la sua cucciolata; piena di dolore per quel povero animale, la pegaso si mosse in avanti, raggiungendolo, e cercando di confortarlo, purtroppo per lei s'accorse che anche quel coniglio era ferito a morte e si muoveva unicamente spinto dal desiderio di proteggere i propri cuccioli.

La pony si fece più vicina, cercando di aiutare il coniglio a riprendersi, ma quello, dopo aver guardato a lungo negli occhi della pony, si limitò ad affidarle il suo tesoro più prezioso. Nascosto sotto di quello giaceva infatti un minuscolo coniglietto, l'ultimo, il più giovane della cucciolata, salvatosi grazie solo al sacrificio del genitore.

"Tu..tu vuoi che lo accudisca io?"

Il coniglio borbottò qualcosa, spingendo il cucciolo verso la pegaso.

"D'accordo allora. Io...Io mi prenderò cura di lui...Ha un nome? No?...Che ne pensi di...Angel?"

Il coniglio, ferito a morte, guardò la pegaso negli occhi un'ultima volta, borbottando nella sua lingua un ringraziamento, per poi chiudere gli occhi, addormentandosi per l'ultima volta, Angel forse non era cosciente di ciò che accadeva intorno a sè, eppure, non appena il genitore morì, esplose in un lungo pianto di disperazione, senza smettere sebbene cullato dall'amorevole pegaso.

Improvvisamente emerse un sordo ringhio dal sottobosco, la pegaso si volse in quella direzione e spalancò gli occhi dal terrore nel vedere l'autore del massacro che tornava sulla scena.

Un Timberwolf.

Le sue zanne ancora sporche di sangue, quegli occhi iniettati di una luce malsana e malefica, tutto questo doveva paralizzare dal terrore la pegaso, in un altro giorno lo avrebbe fatto sicuramente, ma non in quel momento. In quell'istante lei si sentì pervasa da una rabbia che non conosceva confini, e sempre cullando il piccolo Angel tra le sue zampe s'alzò a mezz'aria, fronteggiando la bestia, aggredendola verbalmente per quel massacro insensato.

Al lupo quella piccola pony non faceva paura, era già pronto a balzare per dilaniare anche lei quando, alla luce di un lampo, vide alle spalle della pony qualcosa che lo fece immobilizzare, qualcosa che gli riportò alla mente il suo incubo più terribile, non vide esattamente cosa ci fosse lì celato dalle ombre, ma l'istinto gli diceva di fuggire via da lì. Con un guaito si volse e fuggì via nel sottobosco, allontanandosi ventre a terra da quella cosa, non l'aveva mai vista prima, ma tutto in lui urlava di allontanarsene il più rapidamente possibile.

La pegaso sorrise nel vedere come il timberwolf fuggisse via, e già stava preparandosi a complimentarsi con Angel quando vide che il piccolo s'era nascosto nella sua criniera e, tremando dal terrore, guardava alle sue spalle.

Lentamente, Fluttershy si volse e vide la creatura più spaventosa che avesse mai visto in vita sua.
Ultima modifica di DasHerrHeinrich il 17/11/2014, 22:47, modificato 7 volte in totale.
Avatar utente
DasHerrHeinrich
Breezie
Breezie
 
Status: Offline
Messaggi: 143
Iscritto il: 08/02/2013, 19:23
Località: Khurais, Arabia Saudita
Pony preferito: Luna e NightmareMoon
Sesso: Maschio

Re: [FANFIC] Spettro della Morte - Parte 1 - 21/08/2014

Messaggioda EnderPony e Black » 22/08/2014, 17:13

Intrigante... questo racconto trasuda suspence da tutte le lettere! Complimenti!

-I'm Waiting It-

"I will make you beautifull... I will make you perfect!

Firme Precedenti

Io sono un minuscolo essere umano, quindi piuttosto che alla vastità del mondo,il mio cuore si rivolge a ciò che ho davanti agli occhi. Non posso abbandonarli... se posso voglio proteggerli!


BUON NATALE



Vecchie Firme

Soundwave Superior

There is an empty place in my bones that calls out for something unknown.
HAPPY HALLOWEEN

"I'll have you know that Ducktective has a big mistery elements, and a lots of humor that goes over the kid's mind"

There areNO STRINGS ON ME...
La Firma dice già tutto
Be Happy


« Presto sarà tutta acqua passata... e ci lanceremo all'avventura! Perché io ho cancellato tutti i miei impegni per te. Tu e io...CE LA SPASSEREMO ALLA GRANDE!! » [Pagan Min]

by Daniel&Fluty!
"Con che diritto decidiamo il futuro?" Cit. Shay Patrick Cormac Miglior bevanda evah!!!
Old but Gold
Avatar utente
EnderPony e Black
Pony
Pony
 
Status: Offline
Messaggi: 1093
Iscritto il: 05/12/2013, 15:32
Località: L'End(Massa) e Rifiutolandia(Carrara)!
Pony preferito: Luna Best Princess
Sesso: Maschio

Re: [FANFIC] Spettro della Morte - Parte 1 - 21/08/2014

Messaggioda DasHerrHeinrich » 24/08/2014, 22:10

Grazie mille per i complimenti ! ^_^ ( sebbene in ritardo di alcuni giorni ^^' )

A voi con il prossimo pezzo ! Leggete e commentate :yay:

Capitolo II : Egli è l'Oscurità

La creatura era molto alta, quasi quanto uno degli alberi lì intorno a loro, sembrava in parte pony, avendo quattro zampe dotate di zoccoli, ma anche qualcos'altro, con due arti aggiuntivi che fuoriuscivano lateralemente da un torso eccessivamente sviluppato. Lei non riuscì a vederne il volto, coperto com'era da un pesante cappuccio scuro, ma potè vederne parti della corazza metallica e brunita che indossava.

"Dallo a me...non sopravviverà."

"C-Come?"

"Il cucciolo che stringi a te. Non sopravviverà. Dallo a me ed io lo riunirò ai suoi simili."

"Cosa vuoi dire con...non sopravviverà? Non vedi? Sta bene...ed io mi prenderò cura di lui."

"E' malato, giovane pony, non passerà la notte. Consegnalo a me, mi occuperò io di lui."

"No..NO! Lo hanno affidato a me! Io..io...io lo accudirò, non permetterò che nessuno gli faccia del male."

"Non esiste difesa contro il tempo...ed il suo è quasi finito. Perchè rimandare l'inevitabile?"

La pegaso, raggomitolata com'era sull'erba, cercando di proteggere il piccolo coniglio, rimase basita da quelle parole.

"Come puoi tu parlare così? Cosa ne sai tu della sua vita? Come puoi tu dire che il suo momento è giunto?"

L'essere emerse dalle ombre, solo in quel momento la pegaso riuscì a vederlo appieno, scorgendone a tratti il viso scheletrico.

"Perchè Io sono colui che tutti i viventi dovranno incontrare, io sono colui a cui nessuno può sfuggire. Io sono l'ultima cosa che voi vivi vedete, prima di morire. Il mio nome è Mietitore.
Vuoi accudirlo? Fai pure, prova quanto vuoi. Io tornerò.
Nessuno sfugge alla mia falce.
"

Con quelle parole il sinistro centauro iniziò a camminare all'indietro, il suo sguardo fisso sulla pegaso mentre rientrava tra le ombre, scomparendovi.

La pegaso si guardò intorno, ma di quell'essere non c'era più traccia, non perse tempo però e volando rapida tornò al suo villino, portando Angel al chiuso ed al sicuro, per accudirlo e tenerlo al calduccio. La notte trascorse lentamente, ma ben presto la piccola pegaso si rese conto delle veritiere parole di quell'essere oscuro, il piccolo Angel infatti, appariva sempre più debole, nonostante le cure e le mille attenzioni che lei gli riservava.

Era da poco passata la mezzanotte, Fluttershy continuava a cercare di aiutare il coniglietto, ma quello pareva aver perso ogni voglia di vivere, continuando a deperire ed indebolirsi, lei provò tutte le tecniche che conosceva, ma invano, alla fine lo prese a sè e, messasi davanti al caminetto per tenerlo al caldo, pianse in silenzio. In quel momento un freddo gelido si espanse per la casetta, la pegaso rabbrividì, nonostante la sua vicinanza con il calore del fuoco, e quando si volse non rimase troppo stupita nel vedere l'essere attendere dietro di lei, il volto perennemente coperto dal cappuccio.

"P-Perchè sei qui?"

"E' quasi l'ora. A breve, lui verrà con me."

"N-No...Non puoi farlo...è così piccolo..."

"Non tocca a me decidere il destino dei viventi. Io esisto solo per condurli via quando il loro momento giunge."

"Ma..."

"Ti avevo avvisato piccola pegaso, volevo risparmiarti queste dolorose memorie, ma quale essere vivente tu hai il libero arbitrio. Tu hai scelto questo tuo cammino."

"P-Perchè? Perchè volevi risparmiarmi?"

"Perchè tu mi percepisci come entità, il tuo legame con la Vita è sì forte che riesci a vedermi, a ricordarmi. Dove altri mi sentono o mi percepiscono lontanamente, tu riesci a distinguere la mia vera essenza, tu sei unica. Ma hai fatto la tua scelta.
Ora, spostati, il suo momento è giunto.
"

Il centauro si mosse estraendo dal nulla una lunga e contorta falce, il cui manico erano numerosi femori incastrati gli uni negli altri, e con quella alta nel cielo iniziò a muoversi verso la pegaso ed il coniglietto morente.

"No! No! Prendi me! Lascia che lui viva...è troppo piccolo per non conoscere il piacere della vita...Se è una vita che vuoi...prendi la mia."

"Tu saresti disposta a dare la tua vita per salvare questo insignificante animale?"

"Se è quello che posso fare per salvarlo...allora sì."

"Perchè?"

"Angel mi è stato affidato, ed io lo proteggerò con tutta me stessa. La sua vita non è insignificante, per me è importante. E per questo motivo non permetterò che tu lo porti via!"

"Sei sincera. Lo vedo in te, saresti davvero capace di dare la tua unica vita, per proteggere quel coniglietto...Purtroppo non sono io a decidere il tuo destino. per ogni vita vi è una morte, la sua ora è scoccata. Ora, spostati."

Gli occhi della pegaso si riempirono di lacrime, mentre chinava il capo, si sentiva il capo vorticare per il guazzabuglio di emozioni, paura per aver rischiato di morire, tristezza per ciò che avrebbe implicato. Vide il centauro spostare la presa sulla falce, tenedola ora parallela al terreno con la mancina, mentre con l'altra prendeva la figura ormai morente del coniglietto. Per un attimo il cuore di Fluttershy si fermò vedendo con quanta forza quell'essere chiuse la mano a pugno, aspettandosi quasi di sentire le ossa dell'animale spezzarsi sotto quella pressione, ma non accadde nulla, finchè una debole luce non iniziò a defluire dal pugno chiuso dell'essere.

"Una vita per una vita. Una morte non compiuta. Perchè ciò avvenga che una vita venga cancellata ed una nuova vita rinasca sotto questa forma. Questa notte, non vi sarà la fredda morte, ma l'ustionante rinascita!"

La luce divenne accecante mentre filtrava dalla mano del centauro, brillando così forte da ricordare l'esposizione diretta ad un sole, il calore nella casetta inizò a salire, mentre una strana vibrazione potè esser percepita tutt'intorno a loro. Fluttershy non potè guardare oltre, accecata dalla luce si ritrovò costretta a chiudere gli occhi ed a nascondere il viso.

Così come tutto iniziò, così finì, la luce si affievolì ed il centauro adagiò delicatamente la forma del coniglietto sulle zampe conserte della pegaso, lei aprì gli occhi e vide Angel addormentato pacificamente davanti a lei, un sorriso le si allargò sul volto mentre lacrime sgorgavano a fiotti dal suo viso.

"Grazie...Grazie mille...Ma...ma come...?"

"Il debito è saldato, il tuo animale è morto, una vita pagata, ed ora egli è rinato. Ti avverto, egli vive, ma non sa nulla della sua precedente esistenza, e così dovrà essere."

Fluttershy vide il centauro volgersi ed avviarsi verso l'uscita, lei non capiva, come poteva averlo salvato, dopo tutti quei discorsi sul destino? Il dubbio la rodeva e prima che quello uscisse per sempre lei lo fermò.

"Aspetta! Prima hai detto una vita per una vita...Da...Da chi hai...?"

"Tu sei un servo della Vita, strapparti prima del tempo non mi è concesso. Come ho detto, voi viventi siete dotati del libero arbitrio, Io non posso giudicare o decidere, ne consegue che così come non posso strappare te prima del tempo, non potevo nemmeno salvare lui.

Ma un dono come il tuo è cosa rara, il tuo sacrificio, la tua determinazione, andavan premiati. Considera il debito saldato
."

"Non mi hai detto come hai fatto. "

"E' scritto che per ogni decade di servizio, per un giorno io possa assumere forma vivente. E' quel giorno che ho usato per saldare il debito."

"Tu...Tu mi hai...gli hai donato...il tuo unico giorno di vita..."

"Sì."

Ci fu un attimo di silenzio tra di loro, mentre la pegaso realizzava cosa lui avesse donato a lei, una perfetta sconosciuta, ed al solo pensiero le venne da piangere nuovamente.

"M-Mietitore?...Ti...ti rivedrò?"

"Presto o tardi, tutti sono destinati ad incontrarmi. Sì, giovane Fluttershy, un giorno verrò anche per te."

Il centauro riprese a muoversi uscendo dalla villetta, lentamente scomparve tra le ombre della notte, portando seco il gelido freddo della morte, e lasciando la giovane Fluttershy sull'uscio di casa.

"Arrivederci, Mietitore..."


A Voi !


P.s.
Qui di seguito il brano che mi ha ispirato questo pezzo, se la cosa puà interessare qualcuno: Fear Factory - Therapy for Pain
Avatar utente
DasHerrHeinrich
Breezie
Breezie
 
Status: Offline
Messaggi: 143
Iscritto il: 08/02/2013, 19:23
Località: Khurais, Arabia Saudita
Pony preferito: Luna e NightmareMoon
Sesso: Maschio

Re: [FANFIC] Spettro della Morte - aggiornato al 24/08/2014

Messaggioda EnderPony e Black » 24/08/2014, 22:53

Ok... ha raggiunto il grado 9.4 della scala figagginer!!!!
Ma continuerà?

"I will make you beautifull... I will make you perfect!

Firme Precedenti

Io sono un minuscolo essere umano, quindi piuttosto che alla vastità del mondo,il mio cuore si rivolge a ciò che ho davanti agli occhi. Non posso abbandonarli... se posso voglio proteggerli!


BUON NATALE



Vecchie Firme

Soundwave Superior

There is an empty place in my bones that calls out for something unknown.
HAPPY HALLOWEEN

"I'll have you know that Ducktective has a big mistery elements, and a lots of humor that goes over the kid's mind"

There areNO STRINGS ON ME...
La Firma dice già tutto
Be Happy


« Presto sarà tutta acqua passata... e ci lanceremo all'avventura! Perché io ho cancellato tutti i miei impegni per te. Tu e io...CE LA SPASSEREMO ALLA GRANDE!! » [Pagan Min]

by Daniel&Fluty!
"Con che diritto decidiamo il futuro?" Cit. Shay Patrick Cormac Miglior bevanda evah!!!
Old but Gold
Avatar utente
EnderPony e Black
Pony
Pony
 
Status: Offline
Messaggi: 1093
Iscritto il: 05/12/2013, 15:32
Località: L'End(Massa) e Rifiutolandia(Carrara)!
Pony preferito: Luna Best Princess
Sesso: Maschio

Re: [FANFIC] Spettro della Morte - aggiornato al 24/08/2014

Messaggioda DasHerrHeinrich » 25/08/2014, 0:46

EnderPony e Black ha scritto:Ok... ha raggiunto il grado 9.4 della scala figagginer!!!!


Addirittura? Wow! <3

Dankeschen *_*

EnderPony e Black ha scritto:Ma continuerà?


E perchè non dovrebbe ? ;)

Se volete posto subito il seguito, altrimenti aspetterei un paio di giorni...Decidete vobis :)
Avatar utente
DasHerrHeinrich
Breezie
Breezie
 
Status: Offline
Messaggi: 143
Iscritto il: 08/02/2013, 19:23
Località: Khurais, Arabia Saudita
Pony preferito: Luna e NightmareMoon
Sesso: Maschio

Re: [FANFIC] Spettro della Morte - aggiornato al 24/08/2014

Messaggioda EnderPony e Black » 25/08/2014, 10:59

Io direi di aspettare... comunque non parlare al plurale ok? Io sono uno...

"I will make you beautifull... I will make you perfect!

Firme Precedenti

Io sono un minuscolo essere umano, quindi piuttosto che alla vastità del mondo,il mio cuore si rivolge a ciò che ho davanti agli occhi. Non posso abbandonarli... se posso voglio proteggerli!


BUON NATALE



Vecchie Firme

Soundwave Superior

There is an empty place in my bones that calls out for something unknown.
HAPPY HALLOWEEN

"I'll have you know that Ducktective has a big mistery elements, and a lots of humor that goes over the kid's mind"

There areNO STRINGS ON ME...
La Firma dice già tutto
Be Happy


« Presto sarà tutta acqua passata... e ci lanceremo all'avventura! Perché io ho cancellato tutti i miei impegni per te. Tu e io...CE LA SPASSEREMO ALLA GRANDE!! » [Pagan Min]

by Daniel&Fluty!
"Con che diritto decidiamo il futuro?" Cit. Shay Patrick Cormac Miglior bevanda evah!!!
Old but Gold
Avatar utente
EnderPony e Black
Pony
Pony
 
Status: Offline
Messaggi: 1093
Iscritto il: 05/12/2013, 15:32
Località: L'End(Massa) e Rifiutolandia(Carrara)!
Pony preferito: Luna Best Princess
Sesso: Maschio

Re: [FANFIC] Spettro della Morte - aggiornato al 24/08/2014

Messaggioda DasHerrHeinrich » 25/08/2014, 15:57

EnderPony e Black ha scritto:comunque non parlare al plurale ok? Io sono uno...


Shhh! ...Acc. /)-.-

Hai fatto volare via tutti i lettori non commentanti che si avvicinano timorosi ai miei racconti e non commentano mai...

Scherzi a parte, non era riferito solo a te ma anche a qualche altro se casomai avesse voluto postare un qualcosina...
Avatar utente
DasHerrHeinrich
Breezie
Breezie
 
Status: Offline
Messaggi: 143
Iscritto il: 08/02/2013, 19:23
Località: Khurais, Arabia Saudita
Pony preferito: Luna e NightmareMoon
Sesso: Maschio

Re: [FANFIC] Spettro della Morte - aggiornato al 24/08/2014

Messaggioda EnderPony e Black » 25/08/2014, 16:15

Ti prego non scherzare coi miei commenti...

"I will make you beautifull... I will make you perfect!

Firme Precedenti

Io sono un minuscolo essere umano, quindi piuttosto che alla vastità del mondo,il mio cuore si rivolge a ciò che ho davanti agli occhi. Non posso abbandonarli... se posso voglio proteggerli!


BUON NATALE



Vecchie Firme

Soundwave Superior

There is an empty place in my bones that calls out for something unknown.
HAPPY HALLOWEEN

"I'll have you know that Ducktective has a big mistery elements, and a lots of humor that goes over the kid's mind"

There areNO STRINGS ON ME...
La Firma dice già tutto
Be Happy


« Presto sarà tutta acqua passata... e ci lanceremo all'avventura! Perché io ho cancellato tutti i miei impegni per te. Tu e io...CE LA SPASSEREMO ALLA GRANDE!! » [Pagan Min]

by Daniel&Fluty!
"Con che diritto decidiamo il futuro?" Cit. Shay Patrick Cormac Miglior bevanda evah!!!
Old but Gold
Avatar utente
EnderPony e Black
Pony
Pony
 
Status: Offline
Messaggi: 1093
Iscritto il: 05/12/2013, 15:32
Località: L'End(Massa) e Rifiutolandia(Carrara)!
Pony preferito: Luna Best Princess
Sesso: Maschio

Re: [FANFIC] Spettro della Morte - aggiornato al 24/08/2014

Messaggioda DasHerrHeinrich » 29/08/2014, 22:19

Salve a tutti i miei affezionati lettori non commentanti, mi scuso per il ritardo ma quando quella odiosa creatura chiamata ufficio chiama non c'è altro da fare che rispondere...sigh.

Comunque, ecco il terzo pezzo.

A Voi! ^_^

Capitolo III: Una notte da ricordare

Passarono gli anni, Fluttershy crebbe a Ponyville diventando ben presto una figura benvoluta da tutti, la sua passione per gli animali non diminuì affatto, anzi si intensificò, portandola ad adottare un vasto numero di animali, sia che fossero nella sua tenuta sia che vivessero nei boschi circostanti. Crescendo, riuscì a superare la timidezza che la isolava, iniziando a fare amicizie per tutta la cittadina, alcune in particolare la condussero verso orizzonti che non avrebbe mai immaginato di vedere.

Una particolare sera, a quasi un lustro dall'ultimo incontro con Mietitore, la pegaso sedeva calma e tranquilla sul suo divano, tenendo compagnia ad una vecchia tartaruga che le era stata affidata qualche tempo prima. Betsie, questo era il nome della tartaruga, aveva ormai una veneranda età; Fluttershy l'aveva ricevuta dalla figlia della prima proprietaria, la quale per lavoro non poteva garantirle l'attenzione necessaria, e da allora se ne era occupata, stringendo ben presto una duratura amicizia con quel vecchio rettile.

In quel momento la pegaso stava cantando a mezza voce una dolce nenia, cullando l'anziano animale in un dolce sonno ristoratore quando, d'un tratto, bussarono alla porta e sull'uscio apparvero le cinque più strette amiche della pegaso.
La sempre alla moda Rarity, un unicorno con cui divideva deliziose giornate al centro benessere, l'operosa Applejack, un pony che produceva i migliori sottoprodotti delle mele in tutta Ponyville, la frizzante Pinkie Pie, che aiutava nella gestione della Pasticceria e sala da tè di Sugar Cube Corner, la vigorosa Rainbow Dash, una pegaso e vecchia amica conosciuta durante la sua infanzia a Cloudsdale, e l'alicorno Twilight Sparkle.

Twilight era un caso particolare, era arrivata a Ponyville come un unicorno inviato dalla Principessa di Equestria, eppure in breve tempo era divenuta una magnifica alicorno ed una Principessa lei stessa. Le cinque amiche invitarono la pegaso ad uscire con loro, sarebbero andate da Twilight che voleva far vedere loro un nuovo trucchetto di magia.

"MI spiace ragazze, stasera proprio non posso, Betsie non si sente molto bene e non mi va di lasciarla sola..."

"Betsie? Fluttershy, chi è Betsie?"

"E' la mia tartaruga, Twilight. Passerò domani se non è un problema."

Rimasero ancora qualche minuto a chiacchierare sull'uscio per poi salutarsi, lentamente la pegaso tornò al divano e con un volteggio si adagiò delicatamente vicino alla tartaruga, quella pareva addormentata ma non appena la pegaso si posò emise un sordo brontolio di rimprovero.

"Oh no, Betsie, non è affatto un problema, non potrei mai lasciarti sola se stai male..."

La tartaruga brontolò ancora un pò, ma questa volta vi era una nota di decisione.

"Come sarebbe che non ha importanza? Per me è importante starti vicina, non potrei mai...come? Cosa vuol dire che non c'è nulla da fare? Non ti starai mica arrendendo?"

Improvviso fu il gelo che avvolse la pegaso, quello stesso clima gelido che già una volta, in precedenza, l'aveva avvolta, quel clima che confermava la sua venuta.

"Le tartarughe sono animali straordinari. Loro sanno quando giunge la loro ora, e la accettano con superba pazienza, acconsentendo a questo costo per una vita piena di amore e benessere."

"M-Mietitore?"

Fluttershy si volse, paura nei suoi occhi, mentre davanti a sè appariva la figura terribile e oscura del centauro, egli rimase lì a fissarla in silenzio, come se fosse perso in svariati pensieri, quindi si mosse, lentamente, avanzando verso la tartaruga che, conscia di ciò che stava per succedere, si stese al meglio sul divano chiudendo gli occhi, preparandosi all'ultimo sonno.

"L'ora è giunta, Selevine, come tu ben sai da alcuni anni. Io sono qui per condurti dall'altra parte."

"Selevine?"

"Riposa, dolce Selevine, presto tutto questo sarà solo un ricordo."

Fluttershy fece per parlare ma ciò che vide le tolse il fiato, il centauro abbassò la falce finchè la punta della lama non arrivò a toccare il guscio della tartaruga, immediatamente questa assunse una strana colorazione azzurina. La pegaso si ritrovò a guardare la forma etera della tartaruga che svolazzava intorno a Mietitore mentre sul divano v'era rimasto il suo involucro mortale.

Ben presto l'eterea tartaruga andò ad appoggiarsi sulle zampe della pegaso che, in lacrime, piangeva per la dipartita della sua amica, ma questa le sorrise, e guardandola negli occhi Fluttershy comprese che la sua Betsie, o Selevine, era in pace con sè stessa. Un movimento improvviso la distrasse, il centauro aveva fatto ruotare la falce e rapido come il fulmine creò uno squarciò nella realtà. Fluttershy vedeva ancora la sua villetta, ma insieme ad essa, come se fosse un'immagine sovrapposta, vide lo squarcio e ciò che esso rivelava, un vasto prato verde, un fiume ed alcuni colli che si estendevano all'infinito.

Non appena la tartaruga ebbe oltrepassato lo squarcio, questo si richiuse facendo tornare la stanza al suo normale aspetto.

"M-Mietitore?"

"Sì?"

"La morte fa...male?"

"Dipende. A volte può esser dolorosa, a volte no. In ogni caso non devi temer la morte, altro non è che un breve attimo, un ombra che sfuma rapidamente scomparendo dalla tua memoria. Ciò di cui dovresti aver paura è ciò che viene dopo."

"In che senso?"

"Se hai vissuto guidata da bontà e purezza di cuore, lo stesso troverai dall'altra parte. Se invece sarà l'odio e l'egoismo a guidarti, l'eterno tormento ti attende. Così è scritto."

"Tu...Tu sei mai stato...sì insomma..dall'altra parte?"

"No, io esisto solo per permettere il passaggio. Questo è il mio compito."

"Scusami, ma perchè hai chiamato Betsie..Selevine?"

"Ogni creatura vivente ha un nome, Betsie è il nome che voi pony le avevate dato, ma non era il suo vero nome. Non preoccuparti comunque, lei non ha sofferto."

"G-Grazie, ma..."

"Non posso mostrarti dove sia andata, ma posso dirti che ora è riunita con la sua famiglia, cosa può esserci di meglio?"

Fluttershy si adagiò sul divano, i suoi occhi puntati sui resti della tartaruga, li osservò a lungo, in silenzio, finchè non
raggiunse una decisione, fece per prenderli quando si rese conto che il Centauro già li aveva a sè, chinando il capo impercettibilmente come se approvasse.

"Servirà a qualcosa?"

"Ovunque lei sia, percepirà i sentimenti che si propagano da chi le voleva bene, non saprà bene perchè, ma si sentirà rincuorata ed amata. Quindi... sì, servirà a qualcosa."

La pegaso ed il Centauro uscirono quindi dalla villetta e raggiunto il giardino posteriore si divisero i compiti, mentre Fluttershy scavava una piccola fossa nel terreno morbido, il centauro cantava con voce solenne una antica litania, triste e felice allo stesso modo, invocando l'aiuto di antiche e dimenticate divinità per aiutare il passaggio alla loro amica.
Quando ebbero finito, la pegaso si volse verso l'oscura figura guardandola interrogativa.

"Perchè mi hai aiutato? In fondo non sei tu...contro la vita?"

"Contro la vita? No, giovane pegaso, io sono un servo della Vita, perchè non può esserci l'una senza l'altra. Dove c'e Vita c'è anche bisogno di Morte. La Vita è ovunque in questo mondo, nelle piante, nella terra, dentro di voi, ma per ognuno di questi v'è bisogno di un limite, qualcosa che regoli il flusso, per ogni vita vi deve essere una morte, permettendo così ad un nuovo ciclo di inizare quando il vecchio finisce."

"Ma..ma perchè? Voglio dire, se non ci fosse la morte, tutti sarebbero felici ed uniti, non ci sarebbero più disgrazie, no?"

"Se non ci fosse la Morte a regolare il flusso, ben presto tutto diventerebbe Vita. Come costruireste le vostre case se gli alberi e le rocce e la terra soffrissero quando li toccate? Come vi fareste i vestiti se quelli stessi divenissero coscienti di esistere? No, giovane pegaso, a tutto deve esistere un limite. Quel limite, per la Vita, è la morte."

"Oh...non...non potevo..."

"Non affliggere il tuo giovane cuore, non v'è nulla di male in quello che hai chiesto. Non sei la prima e non sarai l'ultima ad avere questi dubbi."

"D-Dimmi...hai tu...degli...amici?"

"Amici? No. Io esisto unicamente per servire."

"Ma...allora perchè sei ancora qui? Non fraintendermi, voglio dire come puoi essere qui a parlare con me, non vi sono altri...altri...?"

"Il tempo è un utile strumento per calcolare il vostro limite, per me invece il tempo è un valido alleato, che posso utilizzare a mio comodo. Se servisse alla mia causa, mille anni potrebbero passare in un tuo battito di ciglia, così come un tuo battito di ciglia potrebbe impiegare mille anni. Potremmo dire che mentre io sono qui a parlare con te, il mondo intorno a noi si è fermato, ma non sarebbe propriamente corretto."

"Non capisco..."

"La vita regola lo scorrere del tempo, ma nella Morte la regola non si applica. La morte è la cessazione di tutto, anche del tempo. Quando io me ne sarò andato saran passati solo pochi attimi rispetto al mio arrivo iniziale."

"Continuo a non capire..."

"E' un concetto difficile, potremmo dire che per me il tempo non esiste, essendo io capace di essere in ogni dove, ed in ogni quando, quasi contemporaneamente. Questo perchè io servo la Morte, e come ti dissi, la morte è la cessazione d'ogni cosa, tempo compreso."

"Ma allora...potresti..si, insomma...qualche volta...ecco...voglio dire..uhm..."

'Oh, andiamo Fluttershy! Controllo, questo ti ci vuole, chiediglielo e finiscila.'

"D-Dicevo...qualche volta...verresti...per un tè? O due chiacchiere? Conosci così tanto che..."

"Io esisto per servire, non per altro. Questo è il mio scopo. Però..."

"Sì?"

"Però quando assumerò forma vivente non sarò, anche se temporaneamente, impegnato nel mio servizio. Allora, e solo allora, potrei venire. "

"Oh. Beh, d'accordo allora...Quando...quando sarà la prossima volta?"

"Tra cinque anni esatti, ad una settimana da oggi."

"V-Va bene allora...To..Tornerai qui prima di allora?"

"Non mi è dato saperlo, il tempo è influenzato dal vostro libero arbitrio, vi è un destino scritto a grandi linee per ognuno di voi, ma le vostre piccole scelte posson creare centinaia di finali diversi. Può darsi che io torni, come potrei anche non doverlo fare.

Arrivederci, giovane Fluttershy.
"

Mentre Mietitore scompariva tra le ombre, non potè fare a meno di pensare a quella piccola pony, ed al sentimento che iniziava a maturare in lui verso di lei.

Amicizia.

'Forse questa volta non succederà, forse con lei, così vicina e simile a me non si ripeterà ciò che accadde in principio.

Che io possa avere...un'amica, senza rimanerne distrutto?
'
Avatar utente
DasHerrHeinrich
Breezie
Breezie
 
Status: Offline
Messaggi: 143
Iscritto il: 08/02/2013, 19:23
Località: Khurais, Arabia Saudita
Pony preferito: Luna e NightmareMoon
Sesso: Maschio

Re: [FANFIC] Spettro della Morte - Capitolo 3 - 29/08/2014

Messaggioda EnderPony e Black » 29/08/2014, 23:46

L'epicità fatta storia amico mio... l'epicità!... B)

"I will make you beautifull... I will make you perfect!

Firme Precedenti

Io sono un minuscolo essere umano, quindi piuttosto che alla vastità del mondo,il mio cuore si rivolge a ciò che ho davanti agli occhi. Non posso abbandonarli... se posso voglio proteggerli!


BUON NATALE



Vecchie Firme

Soundwave Superior

There is an empty place in my bones that calls out for something unknown.
HAPPY HALLOWEEN

"I'll have you know that Ducktective has a big mistery elements, and a lots of humor that goes over the kid's mind"

There areNO STRINGS ON ME...
La Firma dice già tutto
Be Happy


« Presto sarà tutta acqua passata... e ci lanceremo all'avventura! Perché io ho cancellato tutti i miei impegni per te. Tu e io...CE LA SPASSEREMO ALLA GRANDE!! » [Pagan Min]

by Daniel&Fluty!
"Con che diritto decidiamo il futuro?" Cit. Shay Patrick Cormac Miglior bevanda evah!!!
Old but Gold
Avatar utente
EnderPony e Black
Pony
Pony
 
Status: Offline
Messaggi: 1093
Iscritto il: 05/12/2013, 15:32
Località: L'End(Massa) e Rifiutolandia(Carrara)!
Pony preferito: Luna Best Princess
Sesso: Maschio

Prossimo

Torna a Fanfics

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Majestic-12 [Bot] e 3 ospiti