FOTK: Equestria Rim [08/09/2018 CHIUSURA]

Le fiction ed i racconti della community!

Re: FALL OF THE KINGDOM: Equestria Rim [AGGIORNATO IL 28/11/

Messaggioda Alvin Miller » 28/11/2017, 20:46

Ormai il mio lavoro sta diventando molto simile a quello di Kentaro Miura (autore di Berserk), o di Yoshihiro Togashi (HunterXHunter).
Tempi di sviluppo lunghissimi intervallati di pause ancora più lunghe.
Nove mesi per un capitolo, praticamente una gravidanza (isterica).

Ma finalmente son tornato, rieccoci qui, un altro capitolo, un altro pezzo di mosaico che si aggiunge alla composizione. Buona lettura! %)

-CAPITOLO 10: La Riunione EFP/DOCS
Immagine Immagine

Immagine
Avatar utente
Alvin Miller
Guardia Reale
Guardia Reale
 
Status: Offline
Messaggi: 199
Iscritto il: 30/09/2013, 13:50
Località: Treviso
Pony preferito: Twilight Sparkle
Sesso: Maschio

Re: FALL OF THE KINGDOM: Equestria Rim [AGGIORNATO IL 28/11/

Messaggioda Rondine17 » 31/12/2017, 0:41

Non sei l'unico che ha un simile problema, quando mi metto in testa di fare qualcosa (come scrivere i pareri per le varie fic) se va bene devono passare varie settimane prima che riesca a dedicarmici.
(Reazione pre lettura)
Comunque dopo un altro periodo difficile mi ci voleva un nuovo capitolo da leggere di FALL OF THE KINGDOM: Equestria Rim che mi tirasse su di morale.
(Reazione post scrittura)
Hello depression my old friend ... (bevo un cicchetto dalla fiaschetta vuota) ... O dead, O dead, Won't you spare me over til' another year... (altro cicchetto dopo e canzoni simili).

OK, battute a parte, il capitolo mi è piaciuto molto con i suoi drammi, i colpi di scena, gli altri drammi, i crolli dei personaggi, i drammi in somma è un capitolo dal forte impatto emotivo.

Cioè prima la riunione in cui le protagoniste accettano la dura realtà dei fatti che le loro vite dovranno subire un forte cambiamento, e che forse la Everfree Forest sia collegata con l'apparizione degli ultimi Kaiju, poi l'abdicazione di Princess Celestia che proprio mi ha lasciato di stucco, ma purtroppo e vero e non un barbatrucco, cosa che rattristerà non poco i pasticceri, ma in compenso immagino che partirà per avventurarsi in templi dimenticati e recuperare antiche reliquie combattendo vari villain (questa la spiego dopo per chi non l'avesse capita),
poi col ritorno a casa di Rarity e la conversazione con Silly Turnip ... “Io la uccido!” (tenendo tra le mani i miracle blade come DIO e con la stessa espressione) <<Posso associarmi>> ... «SE NE VADA FUORI DA QUI E NON SI AZZARDI MAI PIÙ A METTERE ZAMPA NELLA MIA PROPRIETÀ, HA CAPITO?! SE LA VEDO AVVICINARSI LE SPARO ADDOSSO!!» <<Ma perché limitarsi a sparare quando ho noleggiato un dungeon delle torture dell'inquisizione autografato da Nicolas Eimerich per l'occasione, o l'imbarazzo della scelta su quale attrezzo usare per primo>> ... (spiegazione sul perché si comporti in quel modo d'opo)...
<<HA, sì ognuno ha i suoi modi di ... ecco bhe ...>> "E adesso come ne esco". Tornando a noi, ..., ed infine un momento di "serenità" che dona un minimo di speranza per il futuro della fic (qualunque esso sia).


Scritto ciò ti faccio i miei migliori auguri per il proseguimento della stesura, spero che i pareri ti siano piaciuti, o quantomeno non siano stati sgraditi.

Riguardo alla spiegazione che avevo accennato, la doppiatrice italiana di Princess Celestia è Elda Olivieri, che tutto il fandom la conoscerà per quel motivo, ma io la conosco principalmente perché è stata la voce storica di Lara Croft della serie di Tomb Raider. Quindi quella "battuta" giocava su questo fatto
Avatar utente
Rondine17
Blank Flank
Blank Flank
 
Status: Offline
Messaggi: 10
Iscritto il: 05/03/2015, 12:25
Località: Cinisello Balsamo
Pony preferito: Sunset Shimmer
Sesso: Maschio

Re: FOTK: Equestria Rim [AGGIORNATO IL 29/04/2018]

Messaggioda Alvin Miller » 29/04/2018, 12:09

Ogni volta mi piglia un colpo quando vedo quanto tempo è trascorso da una pubblicazione all'altra dei capitoli.
Ogni volta in effetti è come se fosse un evento, e le cose che succedono sono davvero tante. Siamo arrivati a oltre 10'000 views e di questo vi ringrazio tutti (sì, anche voi che non commentata mai :p ), e per giunta è uscito anche il sequel di Pacific Rim, che io ho visto! Non mi è dispiaciuto, nonostante del Toro sia sempre del Toro, e la sua assenza in regia si fa sentire!

Per quanto riguarda Equestria Rim, invece, il capitolo 11 è finalmente disponibile, come sempre, con il massimo augurio per una piacevole lettura. Spero solo che i miei ritmi letargici non vi abbiano fatto scordare i progressi della storia. Ma adesso basta parlare! Siete entrati per il capitolo e quindi eccolo qui:

-CAPITOLO 11: L'Addestramento EFP/DOCS
Immagine Immagine

Immagine
Avatar utente
Alvin Miller
Guardia Reale
Guardia Reale
 
Status: Offline
Messaggi: 199
Iscritto il: 30/09/2013, 13:50
Località: Treviso
Pony preferito: Twilight Sparkle
Sesso: Maschio

Re: FOTK: Equestria Rim [AGGIORNATO IL 29/04/2018]

Messaggioda DasHerrHeinrich » 05/05/2018, 10:16

Come ho fatto a perdermi questa storia?? :fluttershock:

@AlvinMiller
Sono stati tre giorni terrificanti ma, sono arrivato al capitolo 11 e, appena resomi conto che ero alla fine del pubblicato mi è venuto meno il cuore. "non può essere...non posso essere già arrivato all'ultimo postato..."

Ed invece sì. E' stata una delle cattiverie più grandi che io abbia mai percepito.

Ti dico questo per farti rendere conto di quanto mi abbia preso Equestria Rim. Scritto in maniera superba, mi ha subito fatto catapultare all'interno della storia, rendendomi i personaggi reali, come fossi davvero lì con loro, in questa Equestria sconvolta da un male terribile [Ed io che pensavo d'esser stato crudele con i miei di ponies XD ]. Le sensazioni, gli stati emotivi, le situazioni che sono costretti a vivere sono portati da te all'ennesimo livello, facendoteli vivere come fossero tue stesse emozioni.
La disperazione dell'affrontare questi mostri, specialmente Cyclop [Oh mamma che strage che è stata operata da Cyclop! ], il terrore e specialmente l'orrore vissuto da tutti i personaggi, sono tutte emozioni che mi hai fatto vivere in prima persona.

Il crollo emotivo di Rarity? Spettacolare! Hai reso, secondo me, perfettamente l'orrore di rendersi conto che quella vita tranquilla e spensierata che avevano un tempo, non tornerà mai più, traviata in eterno dalla brutalità della guerra.

Davvero, hai portato avanti una storia che, sin dal titolo, mi ha stregato. Ho speso in questi ultimi giorni praticamente ogni minuto del mio tempo libero, ogni pausa sigaretta, tutte le pause pranzo, per andare avanti con la storia, per poter sapere come le Mane 6, le Principesse e (quel gran tamarro) di Bibski Doss proseguissero.

Ora, scendiamo in dettaglio:

Personaggi:

I membri della Reborn sono dei grandi! E' immensa la dovizia dei particolari riversati su ognuno di loro, inclusa l'aria di mistero che aleggia sui gemelli Brightgate e Deepblue Whirl, il calcato carattere impresso su ognuno di loro (Dall'acido Bitterness, al "pigro"[il termine esatto che mi viene in mente sarebbe slob ma non ricordo la traduzione in italiano] Caps Lock ). Che dire poi delle mane 6? Le gestisci al meglio, interpretando correttamente le loro sfaccettature, simulando persino le loro reazioni esplosive ad eventi particolarmente traumatici ( Vedi Rarity tornata a Ponyville, Rainbow allo scontro con Bright in palestra oppure la reazione di AJ a seguito della "vittoria" a Canterlot.

Poi è sempre bello vedere come tutti puntino sempre su Celestia dandole il ruolo del cattivo, anche se in questo caso specifico non è propriamente esatto. In questa storia non è una cattiva regnante però ha comunque quegli scheletri nell'armadio che la differenziano dalla sempre perfetta e buona principessa vista nella serie originale. Molto, molto bello.


I Kaiju...beh, ad essere sincero, qui ti indicherò la mia prima nota negativa. Sono magistralmente interpretati, ho adorato Hermit ed il suo flusso di pensieri, il suo interagire con il mondo, la sua nascita, le Voci nella testa che lo indirizzavano...senza parole. Però, il nome. Kaiju. Ecco, questo mi fa storcere un po' il naso. Mi rendo conto sia più semplice e più d'effetto usare lo stesso nome dei mostri del film ma questa parola, per me almeno, suona troppo umana troppo aliena al mondo di Equestria. Comunque, a parte questo dettaglio, anche questi mostri bestiali sono splendidamente riportati nel contesto generale della storia, con le loro perplessità (Vedi Hermit) e la loro terribile furia (Come Cyclop).



La storia...Non c'è bisogno di commentare. Non importa quante volte lo riscriverò, non sarà mai abbastanza. Bravo, Bravo Bravo! Storia favolosa, spettacolare, piena di colpi di scena e di scene crude senza esserlo. Pur non descrivendo le stragi e l'ecatombe che si palesa in Equestria, riesci comunque a farla sentire viva nel cuore del lettore.


In definitiva? UN must di lettura, una pietra miliare che DEVE essere letta. E, se la cosa non ti da fastidio, da buon Lurker quale sono stato, vorrei scaricarmela e raccoglierla tutta in un unico file Word, così da conservarla nel mio HD tra quelle storie che, per un motivo o per un altro, mi hanno colpito all'inverosimile e che meritano di non andare perdute nell'oblio.

Solo un'ultima cosa...CONTINUA! :pinkiewow:



Piccole cose ( che forse già ti hanno fatto notare[ammetto che volevo controllare i commenti altrui ma mi sono dovuto arrendere a pagina 6] ma che comunque non hanno grande peso a livello della storia):

- Nei primi capitoli de "Storia del giorno Zero" hai inserito una parola che mi ha fatto rabbrividire XD

"Abasciur" se ti stavi riferendo al paralume poggiato su di un mobiletto si scriverebbe "Abat-jour"


- La scena del vecchio pony orientale sopravvissuto ad Hermit è palesemente presa da Godzilla ( quello vecchio ["Kujira....Kujira....Godzilla..." ^3^ ]) e l'ho adorata appena l'ho riconosciuta. Grande!


Che altro dire? Continua così! Adesso che ho iniziato io DEVO sapere come va a finire! Quindi, hai un lettore garantito a vita


P.s.
Oops...forse sono stato un po' troppo prolisso?




P.P.S.
Questo te lo devo dire...mi spiace ma devo farlo:
[EvilBrony Mode On:] :twyrage:

Ti sei fatto un nemico giurato.

Preparati, perché presto le Aralde dell'Odio, TwilHate e le sue sorelle di MLE, verranno a cercarti.
Nessuno (NESSUNO!) uccide Octavia e resta in vita per raccontarlo... [EvilBrony Mode Off]

Scherzi a parte, povera Octavia T_T ...c'era una ragione particolare perché dovesse morire o era un rincarare la terribile brutalità e casualità della strage?
Avatar utente
DasHerrHeinrich
Breezie
Breezie
 
Status: Offline
Messaggi: 143
Iscritto il: 08/02/2013, 19:23
Località: Khurais, Arabia Saudita
Pony preferito: Luna e NightmareMoon
Sesso: Maschio

Re: FOTK: Equestria Rim [AGGIORNATO IL 29/04/2018]

Messaggioda Alvin Miller » 05/05/2018, 18:18

DasHerrHeinrich ha scritto:Come ho fatto a perdermi questa storia?? :fluttershock:

@AlvinMiller
Sono stati tre giorni terrificanti ma, sono arrivato al capitolo 11 e, appena resomi conto che ero alla fine del pubblicato mi è venuto meno il cuore. "non può essere...non posso essere già arrivato all'ultimo postato..."

Ed invece sì. E' stata una delle cattiverie più grandi che io abbia mai percepito.

Ti dico questo per farti rendere conto di quanto mi abbia preso Equestria Rim. Scritto in maniera superba, mi ha subito fatto catapultare all'interno della storia, rendendomi i personaggi reali, come fossi davvero lì con loro, in questa Equestria sconvolta da un male terribile [Ed io che pensavo d'esser stato crudele con i miei di ponies XD ]. Le sensazioni, gli stati emotivi, le situazioni che sono costretti a vivere sono portati da te all'ennesimo livello, facendoteli vivere come fossero tue stesse emozioni.
La disperazione dell'affrontare questi mostri, specialmente Cyclop [Oh mamma che strage che è stata operata da Cyclop! ], il terrore e specialmente l'orrore vissuto da tutti i personaggi, sono tutte emozioni che mi hai fatto vivere in prima persona.

Il crollo emotivo di Rarity? Spettacolare! Hai reso, secondo me, perfettamente l'orrore di rendersi conto che quella vita tranquilla e spensierata che avevano un tempo, non tornerà mai più, traviata in eterno dalla brutalità della guerra.

Davvero, hai portato avanti una storia che, sin dal titolo, mi ha stregato. Ho speso in questi ultimi giorni praticamente ogni minuto del mio tempo libero, ogni pausa sigaretta, tutte le pause pranzo, per andare avanti con la storia, per poter sapere come le Mane 6, le Principesse e (quel gran tamarro) di Bibski Doss proseguissero.

Ora, scendiamo in dettaglio:

Personaggi:

I membri della Reborn sono dei grandi! E' immensa la dovizia dei particolari riversati su ognuno di loro, inclusa l'aria di mistero che aleggia sui gemelli Brightgate e Deepblue Whirl, il calcato carattere impresso su ognuno di loro (Dall'acido Bitterness, al "pigro"[il termine esatto che mi viene in mente sarebbe slob ma non ricordo la traduzione in italiano] Caps Lock ). Che dire poi delle mane 6? Le gestisci al meglio, interpretando correttamente le loro sfaccettature, simulando persino le loro reazioni esplosive ad eventi particolarmente traumatici ( Vedi Rarity tornata a Ponyville, Rainbow allo scontro con Bright in palestra oppure la reazione di AJ a seguito della "vittoria" a Canterlot.

Poi è sempre bello vedere come tutti puntino sempre su Celestia dandole il ruolo del cattivo, anche se in questo caso specifico non è propriamente esatto. In questa storia non è una cattiva regnante però ha comunque quegli scheletri nell'armadio che la differenziano dalla sempre perfetta e buona principessa vista nella serie originale. Molto, molto bello.


I Kaiju...beh, ad essere sincero, qui ti indicherò la mia prima nota negativa. Sono magistralmente interpretati, ho adorato Hermit ed il suo flusso di pensieri, il suo interagire con il mondo, la sua nascita, le Voci nella testa che lo indirizzavano...senza parole. Però, il nome. Kaiju. Ecco, questo mi fa storcere un po' il naso. Mi rendo conto sia più semplice e più d'effetto usare lo stesso nome dei mostri del film ma questa parola, per me almeno, suona troppo umana troppo aliena al mondo di Equestria. Comunque, a parte questo dettaglio, anche questi mostri bestiali sono splendidamente riportati nel contesto generale della storia, con le loro perplessità (Vedi Hermit) e la loro terribile furia (Come Cyclop).



La storia...Non c'è bisogno di commentare. Non importa quante volte lo riscriverò, non sarà mai abbastanza. Bravo, Bravo Bravo! Storia favolosa, spettacolare, piena di colpi di scena e di scene crude senza esserlo. Pur non descrivendo le stragi e l'ecatombe che si palesa in Equestria, riesci comunque a farla sentire viva nel cuore del lettore.


In definitiva? UN must di lettura, una pietra miliare che DEVE essere letta. E, se la cosa non ti da fastidio, da buon Lurker quale sono stato, vorrei scaricarmela e raccoglierla tutta in un unico file Word, così da conservarla nel mio HD tra quelle storie che, per un motivo o per un altro, mi hanno colpito all'inverosimile e che meritano di non andare perdute nell'oblio.

Solo un'ultima cosa...CONTINUA! :pinkiewow:



Piccole cose ( che forse già ti hanno fatto notare[ammetto che volevo controllare i commenti altrui ma mi sono dovuto arrendere a pagina 6] ma che comunque non hanno grande peso a livello della storia):

- Nei primi capitoli de "Storia del giorno Zero" hai inserito una parola che mi ha fatto rabbrividire XD

"Abasciur" se ti stavi riferendo al paralume poggiato su di un mobiletto si scriverebbe "Abat-jour"


- La scena del vecchio pony orientale sopravvissuto ad Hermit è palesemente presa da Godzilla ( quello vecchio ["Kujira....Kujira....Godzilla..." ^3^ ]) e l'ho adorata appena l'ho riconosciuta. Grande!


Che altro dire? Continua così! Adesso che ho iniziato io DEVO sapere come va a finire! Quindi, hai un lettore garantito a vita


P.s.
Oops...forse sono stato un po' troppo prolisso?




P.P.S.
Questo te lo devo dire...mi spiace ma devo farlo:
[EvilBrony Mode On:] :twyrage:

Ti sei fatto un nemico giurato.

Preparati, perché presto le Aralde dell'Odio, TwilHate e le sue sorelle di MLE, verranno a cercarti.
Nessuno (NESSUNO!) uccide Octavia e resta in vita per raccontarlo... [EvilBrony Mode Off]

Scherzi a parte, povera Octavia T_T ...c'era una ragione particolare perché dovesse morire o era un rincarare la terribile brutalità e casualità della strage?


A parte per quell'errore terrificante dell'abat-jour che MAMMAMIACOMEHOFATTOANONVEDERLOWTF?!?, che sicuramente quella volta l'ho scritto così perché non ricordavo e mi sono dimenticato di aggiustarlo, sappi che mi hai commosso! Non hai la minima idea di quanto stia soffrendo per l'assenza di feedback, e il fatto di non avere un riscontro da parte dei lettori mi riempie di paranoie per come stia procedendo la storia. E' davvero un sollievo ricevere pareri così positivi e capire che lo sforzo (per rendere scorrevoli i capitoli, per raccontare questa storia veramente a 360° senza tralasciare niente e nessuno) viene ripagato dalla gioia e dall'entusiasmo di un lettore.

La fiction andrà avanti, questo te lo posso promettere. Vorrei dirti che sarò veloce, ma purtroppo sai bene anche te che gli impegni della vita sono una zavorra ai piedi di noi scrittori. Cerco di comporre ogni capitolo come un'esperienza completa: se fosse un piatto d'alta cucina, sarebbero degli assaggi di primo, secondo, contorno e dessert. In questo modo cerco di darvi un'esperienza che nel suo piccolo non lasci punti in sospeso e che non sia eccessivamente vincolata ai fatti che sono accaduti in precedenza.

Sulla domanda interessante che mi hai posto su Octavia, non posso ovviamente sbilanciarmi su cosa sia importante per la trama, ma posso condividere con te il mio pensiero sulla morte dei personaggi all'interno di una storia:
La Morte è quella cosa che chiunque, di qualunque ceto sociale o razza, prima o poi è destinato a incontrare. Ed essa ti può cogliere in qualunque momento, quando meno te lo aspetti, stravolge la tua vita e qualsiasi cosa tu stavi facendo fino a quel momento smette di avere importanza. E se tu sei il personaggio di una storia, non ha importanza chi tu sia, se sei una comparsa, il protagonista, se sei qualcuno di odioso o il pg più amato in assoluto, se la falce cala su di te, non puoi salvarti.
Questa è la mia filosofia in quanto scrittore, e ho a mala pena cominciato a metterla in pratica. Quello che posso dirti, in conclusione a questo delizioso commento che mi hai lasciato, è che la morte può cogliere i personaggi quando ve lo aspetterete, e di più non posso dire al momento.
Immagine Immagine

Immagine
Avatar utente
Alvin Miller
Guardia Reale
Guardia Reale
 
Status: Offline
Messaggi: 199
Iscritto il: 30/09/2013, 13:50
Località: Treviso
Pony preferito: Twilight Sparkle
Sesso: Maschio

Re: FOTK: Equestria Rim [AGGIORNATO IL 29/04/2018]

Messaggioda Rondine17 » 05/05/2018, 23:21

Scusa il ritardo, ma in questi giorni è stato un susseguirsi di complicazioni ed impegni che si ammassano tra loro.
Ma basta con le ciance e largo alle demenziate, eccoti i miei pareri per questo nuovo capitolo.

Prima di iniziare specifico che visto i toni degli ultimi capitoli prima di leggerlo mi sono preparato a tutti i possibili drammi, giusto per evitare di fare la fine delle ultime due volte, con il mio "arsenale" dell'ottimismo(per farti avere un'idea, e non farmi scrivere tutta la scena, prendi questo video (https://www.youtube.com/watch?v=n5okPL8PAAA), togli le armi e gli esplosivi, poi al loro posto mettici fondine con bottiglie a forma di pistola piene di whisky e soda, un fucile che spara shottini di brandy, una bandoliera di lattine di birrette di varie marche, un elmo con due bottiglie di vodka con cannucce apposite e robe cosi).

Dunque iniziamo bene con uno scontro tra Bright e Rainbow che non finisce bene per quest'ultima, ma prima di vedere come prosegue facciamo un salto indietro nel tempo di mezzora cosi da spiegarci come siamo finiti qui. Non vedevo un salto del genere dai tempi di "Call of juarez: Gunslinger":
Silas "Ed io ero li a sputare piombo nel saloon per uccidere dei generici banditi cosi da affrontare il boss John Wesley Hardin e riscuotere la taglia, ma prima di ciò è meglio che introduca meglio il fuorilegge in questione, cosi da allungare il brodo ed aumentare il tempo di gameplay"
Tizio generico che ascolta la storia "Game che?"
Silas "Zitto".
Per intenderci non era una critica rivolta alla tua opera, ho solo sfruttato la situazione per fare una battuta, nient'altro.
Comunque passiamo poi ad una conversazione con i due fratelli che oltre a spiegarci la situazione in generale, i loro pareri su Bibski riguardo a quanto gli siano legati, oltre a degli accenni sul passato che mi fanno chiedere di cosa stiano accennando? (ti prego spero che in futuro ci risponderai a riguardo perché senno non ci dormo la notte.).
Andando avanti finiamo poi per passare ad una visita guidata nella caserma dove Bibski Doss li sta già aspettando, e qui vorrei dire una cosa al nostro scienziato pazzo preferito: "Una volta ho avuto una cinquecento giocattolo al salone del risparmio da una commessa che non dava più le macchinine nonostante avesse ancora delle scatole belle piene delle su dette cinquecento semplicemente continuano a girare li attorno pensando a come smascherarla, finché ad un certo punto mi diede la macchinina dicendomi di girare a largo e di non dire niente li in giro, ed un'altra volta ho guadagnato un giro gratuito su una ciambella attaccata ad una moto d'acqua gratuito aiutando un bagnino a spostare dei pedalo sulla spiaggia. E tu avresti guadagnato con delle partite a dama solo un ingresso in caserma ed una poltrona comoda, bha dilettante".
Poi passiamo allo scontro introdotto all'inizio, ma da una diversa prospettiva (complimenti a riguardo, uno scrittore pigro avrebbe fatto copia e incolla tu invece ti sei impegnato per riscrivere la stessa scena in modo diverso), che tra l'altro mi ricorda il combattimento che ho avuto al Play-Festival del gioco a Modena di quest'anno dove, dopo una breve introduzione alla scherma medievale, ho affrontato la versione leggermente più bassa e con più capelli di Ser Gregor Clegane la Montagna che cavalca. Immagino che sia superfluo scrivere come sia andata a finire, vero? Scrivo solo questo, ne sono uscito male, ma almeno la testa era ancora integra.
E dopo la legnata di Rainbow, la spiegazione della linea di condotta di Bright, e la mal celata minaccia di Pinkie(simil inquietante) scopro che con le mie "teorie cospirative" sono riuscito a spoilerarmi una delle tre combinazioni ... MALEDIZIONE l'ho fatto di nuovo, tutti ad evitare gli spoiler degli altri, quando io devo stare attento a me stesso, e che cribbio.
E finiamo in bellezza con uno spiegone scientifico su una possibile teoria che spiega come mai Discord non abbia ripreso i poteri mentre i pony hanno riavuto la loro magia. Spiegato anche bene, e visto che sono lo stereotipo del lettore medio se l'ho capito io lo capiranno tutti.
Quindi tirando le somme il capitolo mi è piaciuto, abbastanza "tranquillo" (per modo di scrivere, e paragonandolo agli ultimi due) che mi introduce degli interrogativi sul passato dei gemelli, mostra il morale delle main dopo questi avvenimenti ed iniziano il percorso di addestramento che le trasformerà nei piloti di Jäger che Equestria ha bisogno.
Ma adesso mi chiedo una cosa: COSA CRIBBIO CI FACCIO DI TUTTO QUESTO ALCOL? NON MI SENTO COSI DEPRESSO PER ALZARE IL GOMITO, PER COSA TRACANNO ADESSO? "vedo l'annuncio che i lavori di traduzione di Fallout: Equestria sono ripresi" ... CIN CIIIIIIIIN
...
Al proscimmo cap..Hic..tolo
Avatar utente
Rondine17
Blank Flank
Blank Flank
 
Status: Offline
Messaggi: 10
Iscritto il: 05/03/2015, 12:25
Località: Cinisello Balsamo
Pony preferito: Sunset Shimmer
Sesso: Maschio

Re: FOTK: Equestria Rim [08/09/2018 CHIUSURA]

Messaggioda Alvin Miller » 08/09/2018, 23:28



Ho rimandato a lungo la pubblicazione di questo testo benché la decisione fosse già in ballo da diverse settimane, e l'immagine con cui lo accompagno dovrebbe essere esplicativa, ma mi prenderò del tempo per spiegare la situazione, in rispetto dei pochi lettori che mi hanno seguito in questi quattro anni. Perché di questo si tratta, pochi lettori e un carico di lavoro che ormai è diventato estenuante, ma andiamo con ordine e affrontiamo la questione un paragrafo alla volta:

Superata ormai da un pezzo la fese dell'esordio, in cui fantasticavo di raggiungere le vette della popolarità col mio impegno e la fiducia nelle mie capacità autoriali, presto ho capito - e accettato - che per arrivare dove avrei voluto arrivare, avrei dovuto investire molto più tempo e pazienza di quanta non ne avevo preventivata in un primo momento.
Per anni quindi ho continuato ad impegnarmi sfornando capitoli dopo capitoli e facendomi bastare quei pochi commenti che arrivavano sì e no una volta ogni semestre o di recente (e che per me erano sufficienti), da un numero veramente risicato di utenti fidelizzati.

Sono stati proprio questi utenti che negli ultimi due anni mi hanno dato la spinta per andare avanti. Ogni volta che l'indecisione si materializzava dinanzi al mio monitor, una vocina piena di speranza mi incitava a continuare a dare il massimo per loro. Anch'io come molti ho vissuto sulla mia pelle il dramma di vedere l'autore che seguivo e apprezzavo decidere di mollare e lasciare incompiuta la sua opera, e per questo mi ero ripromesso che mai mi sarei arreso, mai mi sarei fermato.
Avevo fatto una promessa...
Ma poi...

Poi.

Ho superato dei momenti cupi nella mia sfera privata, mentre con altri ci sto ancora combattendo, e in questo nubifragio chiamato vita mi sono posto la domanda se davvero valesse ancora la pena mantenere la parola.
Per scrivere Equestria Rim e la sua storia parallela, Green Blade, non ho investito soltanto il mio tempo libero, ma anche risorse monetarie e fisiche che erano destinate ad altre mansioni, ho veramente dato tutto me stesso fino ad arrivare a una condizione in cui sentivo di essere arrivato ad un limite, oltre cui non sarei potuto andare (il classico caso in cui senti che "peggio di così non potrebbe andare") e male che sarebbe andata la faccenda avrei continuato con questo regime fino ad arrivare, un giorno, dopo molti anni di scrittura all'agognato epilogo che avrebbe segnato la fine di entrabe le saghe letterarie.

Ma era davvero questo che volevo?

Ho cominciato Equestria Rim in forza alla mia sicurezza e convinto delle mie capacità, mi divertivo a legare tra loro i vari pezzi della trama, a scrivere le battute dei personaggi, a parlare di Bibski anche solo per fare di lui un meme irriverente da condividere con gli amici.
Era divertente e mi sentivo soddisfatto di me stesso e del mio Grande Disegno; ma poi le cose hanno cominciato ad appesantirsi, e gli anni avanzavano implacabili senza che nessuno li potesse fermare.

Così ho deciso di cominciare Green Blade.
Nelle intenzioni di partenza doveva essere uno sfogo, una storia più semplice che mi avrebbe permesso di scaricare la tensione e il senso di responsabilità che sentivo di avere nei confronti della mia storia principale.
Ma sono stato poco oculato, la mia fiducia sconfinata e la fiducia verso il fandom, complice un periodo veramente EPIFANIACO del mio IO Brony, mi ha spinto a rendere più complessa pure questa storia.

E così è cominciata una battaglia di rivalità, spietata, tra due storie che in entrambi i casi avevo tutto il desiderio di portare a compimento, e dove per seguirne una finivo ineluttabilmente per dimenticare tutto quello che avevo predeterminato per l'altra.
La cosa mi è completamente sfuggita di mano, complice l'avvicendarsi di mesi veramente tremendi per me stesso e che mi hanno tenuto lontano da entrambe le storie per un lasso di tempo veramente lungo.

Ero arrivato al punto che se volevo veramente proseguire con le fan fiction avrei dovuto fare qualcosa di drastico, compiere dei sacrifici. "Le due storie dovevano essere completate", mi dicevo, mica le potevo lasciare in sospeso data la promessa che avevo fatto...

E così mi sono visto costretto a rinunciare ad altro, a rinunciare alla possibilità di scrivere racconti originali da proporre ai molti editori che in questi anni ho conosciuto presso le fiere dei fumetti, a dire di no ad altri hobby stimolanti perché "nel tempo libero devo prendermi avanti coi capitoli", a negarmi il riposo al rientro da una giornata di lavoro, e se già prima avevo smesso di provare piacere nello scrivere, potete immaginare quanto fosse diventato difficile scrivere a quel punto.

Avevo sempre la tecnica, l'esperienza, gli appunti, sapevo dove dovevo andare a parare e quali scene inserire volta per volta, ma niente di quello che scrivevo mi faceva sentire il calore che invece avevo provato all'inizio.
(Un aneddoto che non ho raccontato molto spesso ma che se sei arrivato qui meriti di conoscere, è che durante il prologo di Equestria Rim, mentre componevo le prime taglienti battute dell'inventore dal manto oro, ero rimasto spiazzato dalla facilità con cui le sue battute mi uscivano fuori, quasi come se in quella prima scena Bibski Doss fosse stato vivo, da qualche parte, e stesse parlando attraverso di me. Inutile dire che quell'ebbro senso di ispirazione non l'ho più provata da quei primi capitoli).
Ecco perché, alla luce di un nuovo anno lavorativo che sta per iniziare, proprio quando mi ero convinto di avere trovato un ritmo da seguire e stavo per ricominciare a scrivere, mi sono fermato e voltandomi indietro mi sono domandato:

Ne vale veramente la pena?

Qui, nel più gretto egoismo e nella più infame ipocrisia, ho scosso la testa e ho capito che la risposta era no.

No, non ne vale la pena.

Non di questi tempi, non alla mia età e con un fandom che si è lasciato alle spalle i suoi giorni migliori, complice una serie ormai prossima alla fine e l'abbandono di tanti altri creativi che prima di me hanno affrontato gli stessi dilemmi e hanno deciso di crescere e fare un passo in avanti, verso una nuova fase.
Forse anche per me è giunto il tempo di crescere, come creativo e come persona più consapevole.

E voi, che state leggendo e che avete deciso di dedicarmi il vostro tempo, non so che tipo di persona siete, se siete stati il mio pubblico o se siete capitati di qui per caso, forse attirati dal mio post, ma se siete arrivati fino a questo punto forse è perché in un modo o nell'altro il mio modo di scrivere vi piace, lo apprezzate e quindi voglio rassicurarvi dicendo che con questa mia lettera, questa ammissione di colpevolezza, io non intendo smettere di scrivere. Non appendo la tastiera al chiodo. Non ripudio tutti gli studi e la passione che mi hanno portato ad essere l'autore che sono oggi.

Anzi.
E' proprio per la mia voglia di tornare a scrivere, per godere dell'ebrezza dell'ispirazione che mi sono convinto che era giunto il momento di smettere con le fan fictions su My Little Pony.
Non ne scriverò più, e no, non darò nessuna conclusione alle storie che ho in sospeso (al massimo per Equestria Rim potrei decidere di pubblicare un capitolo riassuntivo che spieghi per sommi capi quello che sarebbe stato), in compenso, mi dedicherò ai racconti originali, che è una cosa che da tempo avrei voluto fare. Racconti che posso finalmente presentare a un pubblico di più ampia platea senza temere il pregiudizio di chi non è Brony.
E lo farò sotto la nomea di Alvin Miller, un nome che mi accompagna da prima che iniziasse questa difficile avventura e che ormai è parte di me tanto quanto lo è il colore dei miei occhi.
Alvin Miller continuerà a scrivere e si dedicherà a storie originali, storie personali, pregne del suo immaginario e libere da vincoli legati alla congruenza del materiale di partenza.

Il futuro di questo thread è segnato, non lo aggiornerò più. Ma se tra di voi c'è qualcuno che desidera ancora seguirmi anche nelle storie che non riguarderanno più i pony, venitemi a cercare! Ci sarà sempre una piccola storia pronta ad intrattenervi per qualche ora delle vostre giornate!
E per tutti quelli che in questi anni mi hanno seguito e stimato, non posso fare altro che ringraziarvi per la fiducia che mi avete concesso, la pazienza durante le lunghe pause tra un aggiornamento e l'altro, la determinazione con cui mi avete sostenuto durante lo sviluppo dei numerosi capitoli.
Mi scuso davvero per questo duro colpo che, ahinoi, sono stato costretto a sferzare a tradimento, ma credetemi se ribadisco che proprio non ce la facevo a trascinarmi dietro questo carico divenuto pesantissimo, e non c'è giorno in cui non penso che la decisione che ho preso sia la migliore che avessi potuto prendere. Spero che possiate perdonare e che sarete ancora disposti a seguirmi quando Alvin Miller tornerà a pubblicare racconti.
Immagine Immagine

Immagine
Avatar utente
Alvin Miller
Guardia Reale
Guardia Reale
 
Status: Offline
Messaggi: 199
Iscritto il: 30/09/2013, 13:50
Località: Treviso
Pony preferito: Twilight Sparkle
Sesso: Maschio

Precedente

Torna a Fanfics

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 2 ospiti